cordero

May 162017
 

Tempo fa avevamo notificato come l’aggiornamento dei sistemi mobili ad iOS 10.3.1 introducesse un problema su IMAP, tale per cui veniva ignorato l’IMAP prefix PATH, con la conseguenza di non riuscire più a distinguere le cartelle IMAP dalle cartelle di file dentro la propria home, crash dell’App in caso di molte cartelle, eccetera.

Con l’aggiornamento ad iOS 10.3.2, uscito ieri, il problema si risolve. Unico avvertimento: DOPO l’aggiornamento, è NECESSARIO riconfigurare il proprio account di.unito.it sul dispositivo aggiornato, per ripristinare il comportamento corretto.

Vi ricordiamo le impostazioni del nostro server di posta, tramite gli screenshot qui sotto:

Mar 302017
 

Stiamo rilevando un serio bug nell’ultima versione di iOS (sistema operativo dei device mobili Apple, iPAD, iPhone ecc.): nella configurazione della posta elettronica di dipartimento viene ignorato il prefix “mail”, pertanto quando si apre la propria casella di posta sul telefono, vengono lette TUTTE le cartelle della propria home. Questo significa intanto che le vostre cartelle di posta sono nascoste dentro una sottocartella “mail” (che è quella che su pianeta contiene le sottocartelle di posta diverse dalla Inbox) e, conseguenza peggiore, se avete molte sottocartelle e molte ramificazioni nella vostra home su pianeta, il client fa una scansione di tutti i rami e rischia di bloccarsi e mandare in crash il programma.

Pertanto, fin quando non sarà rilasciato un bugfix per questo problema, si consiglia CALDAMENTE di NON AGGIORNARE il proprio iPhone o iPad ad iOS 10.3. Questo anche perché, se non si è fatto un backup del proprio device prima di aggiornare, non è possibile tornare alla versione precedente del sistema operativo, perché cambia il file system del sistema operativo e non è retrocompatibile.

Vi avviseremo in caso di novità sull’argomento.

Apr 082014
 

E’ stato attivato in via sperimentale il servizio di Software Update caching per le macchine con sistema operativo OSX, qualunque versione dalla 10.6 in avanti.
Il servizio permette di scaricare gli update di sistema operativo e delle applicazioni Apple dal server dipartimentale olaf, invece di contattare direttamente i server di Apple.

Per attivare il servizio sul proprio client Mac, è sufficiente digitare attraverso Terminale:
sudo defaults write /Library/Preferences/com.apple.SoftwareUpdate CatalogURL http://olaf.dipinfo.di.unito.it:8088/index.sucatalog

Per tornare indietro, il comando da digitare è:
sudo defaults delete /Library/Preferences/com.apple.SoftwareUpdate CatalogURL

Per leggere lo stato del servizio:
defaults read /Library/Preferences/com.apple.SoftwareUpdate CatalogURL

Mar 182014
 

Con il driver attuale, se si prova ad utilizzare Adober Reader per stampare un PDF,  la stampa fallisce (viene stampata una pagina sola, dopodiché il job viene abortito). Succede SOLO con Acrobat Reader. Probabilmente succede perché le impostazioni di stampa (ad esempio il fronte-retro) non vengono passate correttamente al driver da Acrobat.

Workaround: in attesa di aggiornamenti di driver e/o versioni Adobe Reader, aprire e stampare i PDF con Anteprima (presente su tutti gli OSX da 10.6 in avanti), in inglese Preview. Lì le impostazioni di stampa vengono impostate attraverso il driver stesso e quindi funzionano.

 

Jul 302012
 

Buongiorno,

A partire da oggi è in sperimentazione un nuovo servizio per la stampa condivisa per i sistemi operativi Mac Os X.

Chi possiede un computer con questo sistema operativo, può utilizzare il server di stampa “olaf”, per installare le stampanti dipartimentali e stampare, senza necessità di cercare i driver, che vengono automaticamente distribuiti dal server.

Le stampanti sono automaticamente disponibili attraverso Bonjour, con il nome “<Codadistampa>@olaf”, tra le stampanti visualizzate dall’applicazione “Preferenze di Stampa” del sistema operativo.

Una volta scelta ed aggiunta la stampante, come in precedenza sarà necessario inserire nome utente e password, per effettuare le stampe vere e proprie, nella forma:

– DIPINFO\nomeUtente – password, per i sistemi precedenti a Mac Os X Lion (10.7)
– nomeUtente – password, per Lion e successivi.

 

Al momento il servizio è SPERIMENTALE, pertanto il sistema di stampa attraverso il server Printercluster è comunque disponibile e funzionante. Invitiamo però gli utenti Mac OS X a migrare sul nuovo servizio e a darci i feedback necessari per risolvere eventuali problemi.

Per qualunque dubbio, non esitate a contattarci tramite i soliti canali, help desk prima di tutti.

 

 

instagram takipci hilesi instagram takipci escort bayan escort bayan