Sergio Rabellino

Oct 182016
 

Il servizio datacloud di dipartimento (https://datacloud.di.unito.it) è direttamente integrabile come repository della piattaforma Moodle del Corso di laurea in Informatica.

Nell’help in linea del servizio datacloud (accesso via web) ci sono le istruzioni su come attivare il repository personale e quindi accedere direttamente da Moodle ai propri dati su datacloud!

Servizio ICT

Feb 102016
 

Buongiorno,
globalmente stiamo assistendo ad un notevole incremento degli attacchi informatici veicolati tramite allegati a email apparentemente lecite.
Sempre più spesso arrivano messaggi di posta elettronica riportanti sedicenti scansioni di file, modulistica da compilare, archivi zip da aprire, bollette errate.

Il Servizio ICT vi invita ad eliminare immediatamente qualsiasi email il cui mittente sia sconosciuto, e a porre particolare attenzione anche quando il mittente sembra un utente legale del dipartimento: è purtroppo insita nel protocollo di posta elettronica la possibilità di impersonare il mittente e spesso questa opportunità viene sfruttata dai malintenzionati per superare la barriera psicologica naturale che ci porta a diffidare di chi non conosciamo, e a fidarci di chi invece conosciamo.

Valutate sempre se la comunicazione ricevuta ha un senso in relazione al mittente, ed in caso di dubbio NON scaricate e NON aprite allegati, il fenomeno allarmante del RansomWare (virus che si appropriano dei vostri documenti che possono essere riottenuti solo pagando un riscatto, e in realtà nemmeno pagando…) è in forte espansione e gli strumenti antivirus fanno ciò che possono, ma non esiste la garanzia al 100% che una email sia effettivamente esente da virus o trojan.

Invitiamo anche a verificare periodicamente che l’antivirus sia installato, attivo e aggiornato (al momento usiamo McAfee VirusScan, ora acquisito da Intel Security) per garantirvi la maggior protezione possibile. Rammentiamo anche che i vari servizi di cloud storage non garantiscono al 100% l’integrità dei documenti in caso di attacchi tipo “CryptoLocker”, e il rischio di perdere gran parte dei documenti resta elevato.

Siamo a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento,
grazie della collaborazione.

Dec 032015
 

Di seguito l’annuncio della disponibilità del nuovo client “owncloud”.

 

Hi all!

We just published new versions of our ownCloud clients for desktop, Android and iOS. All clients introduce a new feature: the ability to share files to users on the ownCloud server. While the desktop and iOS client already had the ability to send public links, users had to use the web interface to share directly to groups or users on their ownCloud server.

See the this android share dialog for an example of what is now available in all clients: https://owncloud.org/wp-content/uploads/2015/11/android-share.png

Besides this, all clients introduce some other features. Find more details in our blog post on https://owncloud.org/?p=9229

Note that the Linux versions are still in the process of building, not all are finished.


Oct 192015
 

Con l’avvento della versione 38 di Thunderbird, alcune API utilizzate nel plugin sono diventate obsolete e quindi il plugin stesso non può più funzionare. È disponibile pertanto una nuova versione del plugin alla url  https://www.di.unito.it/dl  che risolve i problemi sopra elencati ed aggiunge una nuova funzionalità, quella che consente di inviare al destinatario un “grant” per l’upload di file.

Consigliamo vivamente di rimuovere il vecchio plugin PRIMA di installare la versione nuova, poiché è stato necessario un cambio di UUID del plugin e pertanto il normale modello di aggiornamento sarebbe inefficace.

il Servizio ICT.

Oct 192015
 

Su indicazione del direttore, della giunta di dipartimento e con la conferma dei responsabili degli account, stiamo procedendo alla rimozione degli account personali obsoleti.

Alla chiusura dell’account i dati sono archiviati su DVD e sono a disposizione degli aventi diritto. È possibile concordare con il Servizio ICT il download dei propri dati, al fine di facilitare la consegna degli stessi, qualora sia troppo complessa la consegna di persona del media fisico.

Buon lavoro.

Jan 232015
 

Di seguito una comunicazione pervenuta nell’ambito dell’accordo tra il Dipartimento e l’azienda VMWARE:

VMware Academic Program is growing thanks to your support and commitment.

VMware continues to strive to provide the most relevant offerings available to you and your users via the VMAP catalog.

In 2014 we launched the following products.

·         VMware Fusion 7 Pro (available since September 10, 2014)

·         VMware Player 7 Pro (available since December 12, 2014)

·         VMware Workstation 11 (available since December 12, 2014)

With the above launch the following offerings will be retiring from the program (available until the end of March, 2015)

·         Fusion 3

·         Fusion 4

·         Fusion 5

·         Workstation 7

·         Workstation 8

·         Workstation 9

·         Player 5

Se (e solo se) siete utenti di uno dei prodotti qui sopra elencati in corsivo, sarà necessario provvedere al loro aggiornamento, scaricando dal sito della vmware (l’indirizzo è reperibile nella intranet di dipartimento)  il nuovo software e le relative licenze prima del mese di aprile.

Buon lavoro.

Dec 022014
 

Buonasera,

oggi è stato aggiornato il server di webconferencing che eroga le stanze virtuali “Dipinfo Rooms”.

La versione aggiornata è molto più versatile ed ha una interfaccia parzialmente ridisegnata nell’ottica della semplificazione delle operazioni per chi gestisce la stanza.

 

Buon lavoro,

Servizi ICT

Dec 012014
 

Buongiorno,

dopo diversi mesi di sviluppo e testing, riteniamo ora pronto per l’uso un nuovo servizio dipartimentale orientato alla archiviazione/condivisione di file : DataCloud.

Il servizio è molto simile ai file-locker che già tutti conosciamo e che si chiamano DropBox, GoogleDrive, OneDrive e si compone di due interfacce:

  • un servizio web  (https://datacloud.di.unito.it) con cui gestire il proprio account o accedere ai propri file in assenza di un dispositivo personale preconfigurato;
  • un software (scaricabile tramite il servizio web) per la sincronizzazione automatica di cartelle sul proprio dispositivo (tutti i più importanti sistemi operativi sono supportati: Windows, MacOs X, IOS, Android, Linux) con il repository remoto; alcuni di essi sono a pagamento a meno di 1 euro, ma esistono comunque alternative gratuite.

Una volta installato il software di sincronizzazione, il vostro PC (per i mobile la politica è differente) avrà una copia integrale di tutti i vostri documenti e questa copia sarà mantenuta allineata con il repository centrale e tutti gli altri nodi che collegherete al datacloud. Per questo motivo, per natura stessa del servizio, non è previsto un meccanismo di backup di questi dati, che sono però archiviati su un sistema ad elevata affidabilità (raid5 + doppia fibra ottica).

Il servizio fornisce inizialmente a ciascuno 60GB di spazio disco più un certo numero di altri servizi a contorno, calendari, versioning dei file, editing on-line di documenti anche complessi, condivisione di cartelle e file con altri membri del dipartimento e – tramite link web – con chiunque  vogliate collaborare.

 

A disposizione per ulteriori chiarimenti,

buon lavoro.

 

Nov 132014
 

Buongiorno,
al momento SCONSIGLIAMO vivamente il passaggio a Yosemite (Mac OsX 10.10) a causa di alcuni problemi nell’uso delle connessioni “smb://”.
L’effetto primario dell’aggiornamento è l’impossibilità di accedere alla propria area di pianeta agganciandolo direttamente come filesystem della macchina OsX; al momento non siamo a conoscenza di workaround per quello che sembra essere un problema specifico del nuovo sistema operativo della Apple.

La problematica è costantemente sotto attenzione da parte del ServizioICT e, qualora la problematica venga risolta, sarà nostra cura farvi partecipi della soluzione.

Buon lavoro.

instagram takipci hilesi instagram takipci deri mont evden eve nakliyat istanbul escort escort izmir