May 162017
 

Tempo fa avevamo notificato come l’aggiornamento dei sistemi mobili ad iOS 10.3.1 introducesse un problema su IMAP, tale per cui veniva ignorato l’IMAP prefix PATH, con la conseguenza di non riuscire più a distinguere le cartelle IMAP dalle cartelle di file dentro la propria home, crash dell’App in caso di molte cartelle, eccetera.

Con l’aggiornamento ad iOS 10.3.2, uscito ieri, il problema si risolve. Unico avvertimento: DOPO l’aggiornamento, è NECESSARIO riconfigurare il proprio account di.unito.it sul dispositivo aggiornato, per ripristinare il comportamento corretto.

Vi ricordiamo le impostazioni del nostro server di posta, tramite gli screenshot qui sotto:

Jun 102016
 

A seguito dell’aggiornamento obbligatorio del certificato digitale in via di scadenza, che è a protezione del sistema di posta elettronica, può accadere che programmi di posta, in particolare thunderbird, durante l’accesso o la spedizione di messaggi, lamentino che la connessione non è sicura, poichè il certificato digitale “nuovo” non è correttamente verificabile.

Se ciò accade, salvate l’allegato a questa email, e importatelo all’interno del programma di posta, nell’elenco delle Certification Authority riconosciute e valide. In un thunderbird recente questo si può fare dal menu

Strumenti -> Opzioni -> Avanzate -> [Tab] Certificati -> Mostra certificati -> [Tab] Autoritá -> Importa

si seleziona il file in allegato e alla richiesta di abilitarlo, si spuntano tutte e tre le caselle e si conferma la scelta.

Successivamente a questa semplice operazione, la spedizione e ricezione dei messaggi avverrà senza alcun altro messaggio di allarme.

NB: Il certificato attuale è ancora quello “vecchio” per consentire a tutti di attuare le istruzioni di cui sopra prima del 14/6/2016, data in cui provvederemo al cambio effettivo, al cui seguito potranno verificarsi gli scenari descritti. Il consiglio comunque è di procedere all’operazione descritta, così al cambio di certificato non si verificheranno avvisi e/o disservizi.

Grazie della collaborazione.

Dec 112015
 

 Istruzioni per l’installazione:

Prima di tutto vi consigliamo di rimuovere le stampanti ormai dismesse dal Dipartimento, in particolare Fotodida2 e Fotocol.

Quindi seguite le istruzioni passo passo a seconda del vostro sitema operativo.

Windows 7/8

MacOS

Linux


Windows 7/8

Per installare la nuova stampante a colori su sistemi Windows bisogna eseguire i seguenti passi.

  1. Dal pulsante “Avvia” (“Start” o dalla dashboard iniziale) selezionare la voce “Dispositivi e Stampanti
  2. Dalla finestra selezionare il tasto “Aggiungi stampante
    foto01
  3. Nella finestra “Aggiungi stampante” interrompere la ricerca automatica e selezionare la voce “La stampante desiderata non è nell’elenco
    foto02
  4. A questo punto selezionare l’opzione “Seleziona stampante condivisa in base al nome” e aggiungere nella text area “\\printercluster\Fotocol1” come da immagine
    foto03
  5. Il PC dopo aver individuato la stampate e scaricato i drivers dal server di stampa finalizzerà l’installazione della nuova stampante
    foto04
  6. Quindi l’installazione risulterà terminata e sarà possibile impostare eventualmente la stampante come predefinita

 

MacOS (AGGIORNATO 16/01/2017)

Chi possiede un computer con questo sistema operativo, può utilizzare il server di stampa “olaf”, per installare le stampanti dipartimentali e stampare, senza necessità di cercare i driver, che vengono automaticamente distribuiti dal server.

  1. Le stampanti sono automaticamente disponibili attraverso Bonjour, con il nome “<Codadistampa>@olaf”, tra le stampanti visualizzate dall’applicazione “Preferenze di Stampa” del sistema operativo.
    printers
  2. NOTA BENE: come per le altre stampanti condivise, alla prima stampa verranno richieste le credenziali di autenticazione per stampare. Dal momento che le stampanti si trovano sul dominio di Dipartimento, le credenziali da utilizzare sono:
    • Nome utente:
      • Per versioni di Mac OsX precedenti alla 10.7 (Lion) DIPINFO\<login di dipartimento>
      • Per Lion e successive: <login di dipartimento>
    • Password: password di dipartimento

  3.  Di default la periferica è configurata per stampare in B/N. Per attivare la stampa a colori seguire le seguenti indicazioni:
    1. Nella finestra di dialogo per la stampa (CMD+P), nella visualizzazione dettagliata, selezionare la voce “Caratteristiche Stampante”
    2. In entrambi i menu a tendina chiamati “Selezione Colore”, selezionare la voce “Quadricromia”

 


Linux

WORK IN PROGRESS

Dec 012014
 

Buongiorno,

dopo diversi mesi di sviluppo e testing, riteniamo ora pronto per l’uso un nuovo servizio dipartimentale orientato alla archiviazione/condivisione di file : DataCloud.

Il servizio è molto simile ai file-locker che già tutti conosciamo e che si chiamano DropBox, GoogleDrive, OneDrive e si compone di due interfacce:

  • un servizio web  (https://datacloud.di.unito.it) con cui gestire il proprio account o accedere ai propri file in assenza di un dispositivo personale preconfigurato;
  • un software (scaricabile tramite il servizio web) per la sincronizzazione automatica di cartelle sul proprio dispositivo (tutti i più importanti sistemi operativi sono supportati: Windows, MacOs X, IOS, Android, Linux) con il repository remoto; alcuni di essi sono a pagamento a meno di 1 euro, ma esistono comunque alternative gratuite.

Una volta installato il software di sincronizzazione, il vostro PC (per i mobile la politica è differente) avrà una copia integrale di tutti i vostri documenti e questa copia sarà mantenuta allineata con il repository centrale e tutti gli altri nodi che collegherete al datacloud. Per questo motivo, per natura stessa del servizio, non è previsto un meccanismo di backup di questi dati, che sono però archiviati su un sistema ad elevata affidabilità (raid5 + doppia fibra ottica).

Il servizio fornisce inizialmente a ciascuno 60GB di spazio disco più un certo numero di altri servizi a contorno, calendari, versioning dei file, editing on-line di documenti anche complessi, condivisione di cartelle e file con altri membri del dipartimento e – tramite link web – con chiunque  vogliate collaborare.

 

A disposizione per ulteriori chiarimenti,

buon lavoro.

 

Apr 102014
 

Se la Inbox risulta di dimensioni elevate (magari sopra 1GB), si hanno spesso difficoltà nel reperire i messaggi ed una generale lentezza del servizio di posta;

Il Servizio ICT  ha sviluppato un semplice script php da eseguire sul server pianeta (una-tantum, oppure quando lo desiderate) che archivia automaticamente i messaggi in base alla data di spedizione in una struttura di cartelle di archiviazione.

È sufficiente chiudere temporaneamente qualsiasi accesso alla propria posta elettronica, collegarsi a pianeta tramite ssh (terminale) e dare il comando

 ArchiveMyInbox

e fornire le informazioni richieste, ovvero il numero di giorni da mantenere in inbox, il nome utente della posta e la relativa password.

Attendete con pazienza il termine delle operazioni (garantite SAFE, ovvero nessun messaggio può essere “perso”) e al termine, rientrando
nella posta troverete delle nuove cartelle con all’interno i messaggi archiviati per anno/mese di ricezione.

Restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

Jan 282014
 

Buongiorno,

il Servizio ICT ha sviluppato un plugin per il software thunderbird  (multi-piattaforma) che consente di gestire più semplicemente l’invio di allegati di  grandi dimensioni (fino a 1GB) o l’invio a molte persone dello stesso  allegato.

Cercando di riassumere, è ora possibile creare un messaggio da  thunderbird ed inserire gli allegati nella modalità usuale. Thunderbird  intercetta l’inserimento di allegati e propone, in alternativa all’invio  diretto, il collegamento tramite il servizio dipartimentale di  ticketing (https://datacloud.di.unito.it/dl). La mail sarà pertanto  inviata con un link da cui il ricevente potrà scaricare gli allegati  collegati al messaggio.

Le istruzioni per il download e l’utilizzo del plugin sono consultabili alla url https://www.di.unito.it/dl .

Eventuali problemi di utilizzo si possono sottoporre tramite il sistema di helpdesk https://www.di.unito.it/helpdesk).

Grazie della collaborazione.

Jun 272013
 

A partire da oggi, 27 giugno 2013, è disponibile un sistema di scansione a pagine multiple per fogli A4.

Con questo sistema è possibile ottenere un unico file per scansioni multiple anche fronte-retro, con consegna della scansione tramite mail, oppure su una cartella disco di pianeta, oppure su una chiavetta usb direttamente connessa allo scanner.

In allegato a questo post  trovate anche le istruzioni su come utilizzare lo Scanner nelle sue varie funzioni; le stesse istruzioni sono appese di fronte allo scanner per maggiore comodità di consultazione.

Lo scanner è posizionato di fianco alle stampanti 4 e 6, ovvero nel piccolo atrio ex-laboratori didattici (è quello tutto nero…).

ing. Rabellino

Jul 302012
 

Buongiorno,

A partire da oggi è in sperimentazione un nuovo servizio per la stampa condivisa per i sistemi operativi Mac Os X.

Chi possiede un computer con questo sistema operativo, può utilizzare il server di stampa “olaf”, per installare le stampanti dipartimentali e stampare, senza necessità di cercare i driver, che vengono automaticamente distribuiti dal server.

Le stampanti sono automaticamente disponibili attraverso Bonjour, con il nome “<Codadistampa>@olaf”, tra le stampanti visualizzate dall’applicazione “Preferenze di Stampa” del sistema operativo.

Una volta scelta ed aggiunta la stampante, come in precedenza sarà necessario inserire nome utente e password, per effettuare le stampe vere e proprie, nella forma:

– DIPINFO\nomeUtente – password, per i sistemi precedenti a Mac Os X Lion (10.7)
– nomeUtente – password, per Lion e successivi.

 

Al momento il servizio è SPERIMENTALE, pertanto il sistema di stampa attraverso il server Printercluster è comunque disponibile e funzionante. Invitiamo però gli utenti Mac OS X a migrare sul nuovo servizio e a darci i feedback necessari per risolvere eventuali problemi.

Per qualunque dubbio, non esitate a contattarci tramite i soliti canali, help desk prima di tutti.

 

 

May 242012
 

Buongiorno a tutti,
nell’ambito della promozione della attività del Dipartimento si vuole portare all’attenzione di tutti che è possibile segnalare lavori, premi, promozioni o altri successi della propria ricerca, o della nostra struttura, attraverso i canali social del Dipartimento.

Come già alcuni professori e ricercatori hanno fatto in occasioni di loro interviste o servizi, su portali, riviste generaliste o di settore, è sufficiente segnalare il link della risorsa in oggetto a

socialnetworks@di.unito.it

in qualità di RIF per i social networks.

Grazie per la collaborazione.

Mar 072012
 

Da oggi è disponibile il nuovo pacchetto di installazione della VPN Dipartimentale per i sistemi operativi Linux.

Siamo arrivati alla versione 1.6.

Il download è disponibile come sempre dalla pagina web http://www.di.unito.it/vpn, dove troverete anche le istruzioni su come installarlo ed i link al servizio “self-service” per la creazione delle chiavi crittografiche personali.

Buon lavoro.

instagram takipci hilesi instagram takipci escort bayan escort bayan escort izmir bayan Antalya escort izmir escort
ege